Biografia di Elisabetta di York, regina d’Inghilterra

Artículo revisado y aprobado por nuestro equipo editorial, siguiendo los criterios de redacción y edición de YuBrain.


Elisabetta di York era la moglie di Enrico VII e la prima regina consorte d’Inghilterra della dinastia Tudor. Figlia del re Edoardo IV e di Elisabetta Woodville, Elisabetta di York nacque nell’Inghilterra medievale nel 1466. Elisabetta era una donna gentile e condusse una vita felice e pacifica fino alla morte del padre, scatenando un’aspra disputa sul trono.

Infanzia e primi anni di vita

Elisabetta di York nacque l’11 febbraio 1466 nella famiglia del re Edoardo IV d’Inghilterra e della regina Elisabetta Woodville, nel palazzo reale di Westminster. Durante la sua infanzia e giovinezza ha ricevuto lezioni di ballo, canto, ricamo e comportamento sociale. Ha imparato a leggere e scrivere in inglese e francese. Era una giovane donna gentile, che amava i suoi genitori e fratelli e credeva in Dio.

Quando Isabel aveva tre anni, come parte di un accordo politico, fu organizzato il suo matrimonio con Jorge Neville, ma il fidanzamento fu annullato a causa della sua morte. L’accordo era stato stabilito perché il padre di Jorge, Juan Neville, si era dichiarato contro Eduardo durante una rivolta.

Anni dopo, nel settembre 1470, iniziò il conflitto per il trono d’Inghilterra, passato alla storia come “La guerra delle due rose”. In quell’anno il re dovette fuggire dal paese per salvarsi la vita, minacciata dal conte di Warwick e da Margherita d’Angiò, che sostenevano la casa di Lancaster nella battaglia per il trono. Nel frattempo, la regina Elisabetta Woodville si rifugiò nell’abbazia di Westminster per proteggere i suoi figli. Seguì un periodo di totale caos, dovuto al sanguinoso confronto tra le case di York e Lancaster.

Poiché Elisabetta era la figlia maggiore di re Edoardo, fu nominata regina reggente dai sostenitori della Casa di York durante l’assenza di Edoardo IV. Allo stesso tempo, Isabel Woodville ha dato alla luce un figlio. Quella nascita instillò coraggio e coraggio in re Edoardo, che poco dopo riconquistò il suo trono.

Nel 1475, il re di Francia Luigi XI fece un’offerta per il trono d’Inghilterra. Re Edoardo si vendicò, invadendo il paese vicino con un grande esercito. Luigi XI decise quindi di cercare di risolvere lo scontro senza guerra e chiese a Eduardo di concedere la mano di sua figlia Elisabetta al principe Carlos Orlando, primo delfino di Francia. Fu raggiunto un accordo, che fu successivamente annullato quando la nobiltà francese costrinse la casa reale a annullarlo. Il fallimento fu una grave battuta d’arresto per re Edoardo che, tuttavia, decise di non reagire con uno scontro bellicoso.

Morte di Edoardo IV

Elisabetta rimase orfana da adolescente di 17 anni dopo che re Edoardo morì in circostanze oscure nell’aprile 1483. La sua morte lasciò il trono d’Inghilterra aperto a controversie tra varie case nobili assetate di potere. Nel frattempo, influenzata dai desideri del duca di Gloucester e addolorata per la morte del marito, la regina Elisabetta Woodville nascose i suoi figli più piccoli in un luogo sicuro, ma non i suoi maggiori, Edward e Richard.

Il duca Riccardo, cognato della regina, si è rivelato un traditore. Affermò che tutti i figli di Edoardo IV ed Elisabetta Woodville erano bastardi, quindi i bambini non avevano alcun diritto alla corona. Naturalmente, il duca creò questa situazione e ne approfittò per incoronarsi re. Qualche tempo dopo che Riccardo III divenne re, i fratelli maggiori di Elisabetta scomparvero dalla torre dove avrebbe dovuto tenerli al sicuro.

Dopo il presunto omicidio dei suoi fratelli e l’essere rimasta l’unica figlia, i sostenitori della Casa di York nominarono Elisabetta legittima erede al trono dopo suo padre Edoardo IV. D’altra parte, l’atto di tradimento di Riccardo III suscitò l’odio di Lady Woodville per il fratello di suo marito. Per questo motivo si unì a Margarita Beaufort, della Casa di Lancaster, sposando Isabella con Enrique Tudor, figlio di Beaufort.

Henry Tudor attaccò le truppe di Riccardo III e vinse la battaglia di Bosworth. Grazie a ciò occupò il trono d’Inghilterra come re Enrico VII. Successivamente, dichiarò che i figli di Lady Woodville erano i figli legittimi di Edoardo IV e Lady Isabel Woodville. Nel gennaio 1486 Enrico VII sposò Elisabetta con una grande cerimonia, ponendo così fine alla Guerra delle Rose.

Il regno di Elisabetta di York

Il matrimonio di Henry ed Elizabeth unificò le Case di York e Lancaster, che fecero molto per consolidare la pace civile in Inghilterra. Secondo alcuni documenti, si ritiene che sebbene Enrico VII non amasse Elisabetta, la rispettasse per essere gentile e generosa a corte e con i suoi sudditi, motivo che la portò anche ad essere amata e rispettata dalla gente comune.

Isabel, sebbene lontana dalla politica, ha sostenuto il marito in tutte le sue imprese. Preferiva restare in disparte, nonostante alcuni fedeli alla casa di York la considerassero ancora l’erede legittimo al trono, al di sopra persino del re.

La regina trascorreva gran parte del suo tempo viaggiando, a volte da sola ea volte accompagnata dal marito. In uno dei viaggi con il re Elisabetta rimase incinta e nel settembre 1486 diede alla luce Artù, che in seguito fu incoronato principe, diventando erede al trono. Nel corso del tempo Elisabetta diede alla luce altri sette figli. Tuttavia, la maggior parte di loro non erano bambini sani e morirono poco dopo la nascita.

Arthur, il loro figlio maggiore, morì nel 1502, provocando un’ondata di dolore e shock nelle vite di Elizabeth ed Henry, che colpì particolarmente duramente il re, al punto da provocargli la depressione. Si dice che l’amore e il rispetto di re Enrico per sua moglie Elisabetta crebbero quando lei lo accompagnò fedelmente durante il suo lutto per il figlio, esprimendogli che erano giovani e che avrebbero potuto avere altri figli se lo avessero voluto, parole che confortarono profondamente il re .

L’anno successivo, a partire dal 1503, la regina rimase incinta e diede alla luce una bambina che chiamarono Caterina. Purtroppo Isabel era già molto debole e non riusciva a superare un’infezione postpartum contratta nel febbraio dello stesso anno.

La morte e l’eredità della regina

La malattia della regina Elisabetta la portò alla morte poco dopo essersi ammalata. La sua morte devastò la famiglia reale, lasciando re Enrico in un pietoso stato di depressione. Infatti, la sua famiglia e gli amici più stretti gli consigliarono di risposarsi, ma Enrique non li ascoltò. Pianse la moglie defunta fino al 1509, anno in cui morì. Il suo corpo è stato sepolto accanto ai resti della regina Elisabetta, come richiesto prima di morire.

Dal matrimonio sopravvissero quattro degli otto figli, che lodarono sempre l’amore dei genitori e il profondo rispetto che il re nutriva per la moglie anche dopo la sua morte.

Da parte sua, Elisabetta di York è ricordata come una delle donne più influenti e potenti nella storia della stirpe reale inglese. Nel corso del tempo è diventato un personaggio in diverse opere teatrali, in particolare The Tragedy of King Richard III di William Shakespeare , dove sebbene il suo personaggio non sia rappresentato, il suo nome è menzionato molte volte. Un buon modo per conoscere la vita e il regno di Elisabetta di York è seguire la serie drammatica della BBC del 2013 The White Queen , in cui Elisabetta è la protagonista e la sua storia viene raccontata dall’inizio alla fine .

La regina appare anche in romanzi come The White Queen (2009), di Phillippa Gregory. Il matrimonio di Isabel ed Enrique è stato alla base della sceneggiatura di alcune miniserie televisive.

Fontana

Oliver, CM (2012). Elizabeth Woodville e Margery Kempe, Agenzia femminile nell’Inghilterra del tardo medioevo .

-Annuncio-

mm
Carolina Posada Osorio (BEd)
(Licenciada en Educación. Licenciada en Comunicación e Informática educativa) -COLABORADORA. Redactora y divulgadora.

Artículos relacionados