Il caso irrisolto dell’assassino di bambini della contea di Oakland

Artículo revisado y aprobado por nuestro equipo editorial, siguiendo los criterios de redacción y edición de YuBrain.


L’Oakland County Child Killer è il nome dato alla persona sconosciuta responsabile degli omicidi irrisolti di quattro o forse più bambini (ma confermati due ragazze e due ragazzi) a Oakland, Michigan tra il 1976 e il 1977.

I fatti

Dal febbraio 1976 al marzo 1977, nella contea di Oakland, nel Michigan, quattro bambini furono rapiti, trattenuti per circa 15 giorni e poi assassinati. Una volta compiuti i loro crimini, l’assassino li vestiva con i suoi vestiti appena stirati e lasciava i loro corpi adagiati con cura su coperte, distesi in bella vista lungo una strada.

Gli omicidi hanno scatenato la più grande indagine per omicidio nella storia degli Stati Uniti fino a quel momento, ma nessun sospetto è stato arrestato.

Marco Stebbins

Nel pomeriggio di domenica 15 febbraio 1976, il dodicenne Mark Stebbins, nato a Ferndale, nel Michigan, scomparve dopo aver lasciato l’American Legion Hall, una struttura per veterani, per tornare a casa a guardare la televisione.

Quattro giorni dopo, il 19 febbraio, il suo corpo è stato ritrovato a circa 20 chilometri da casa sua. Giaceva su un cumulo di neve, in un parcheggio a Southfield. Indossava gli stessi vestiti che aveva il giorno del rapimento, perfettamente stirati e puliti.

L’autopsia ha stabilito che era stata abusata sessualmente con un oggetto e la causa della morte era lo strangolamento. Sono stati scoperti anche segni di corda sui polsi e sulle caviglie, a indicare che era stato legato saldamente durante la cattura.

jil robinson

Nel tardo pomeriggio di mercoledì 22 dicembre 1976, la dodicenne Jill Robinson di Royal Oak ebbe una discussione con sua madre e decise di fare i bagagli e scappare di casa. È stato l’ultimo giorno in cui l’hanno vista viva.

Il giorno successivo, il 23 dicembre, la sua bicicletta è stata trovata dietro un negozio in Main Street a Royal Oak. Tre giorni dopo, il suo corpo è stato trovato abbandonato nel fosso dell’Interstate 75 vicino a Troy, visibile ad occhio nudo dalla stazione di polizia.

La causa della morte è stata un colpo di fucile in faccia. Come Mark Stebbins, era completamente vestita con gli abiti che indossava quando è scomparsa. Sdraiata accanto al suo corpo, la polizia ha trovato il suo zaino intatto. Come Mark, il suo corpo sembrava essere posizionato con cura su un mucchio di neve.

Kristine Mihelich

Domenica 2 gennaio 1977, intorno alle 15:00, Kristine Mihelich, 10 anni, nata a Berkley, andò al vicino 7-Eleven e comprò alcune riviste, ma non tornò a casa.

Il suo corpo è stato scoperto 19 giorni dopo da un postino mentre si trovava sul suo solito percorso. Kristine era completamente vestita e il suo corpo era disteso sulla neve. L’assassino ha anche chiuso gli occhi di Kristine e ha incrociato le braccia sul petto.

Il suo corpo, abbandonato su una strada di campagna a Franklin Village, è stato lasciato in bella vista da diverse case della zona. Successivamente è stato rivelato che era stata asfissiata meno di 24 ore prima dell’esecuzione dell’autopsia.

il gruppo di lavoro

In seguito all’omicidio di Kristine Mihelich, le autorità hanno annunciato di ritenere che i bambini fossero stati uccisi da un uomo di mezza età in agguato nella zona, ovvero qualcuno che conosceva bene la città. È stata costituita una task force ufficiale con il solo scopo di indagare sugli omicidi. Era composto da agenti delle forze dell’ordine di 13 comunità ed era gestito dalla polizia di stato del Michigan.

Timoteo Re

Mercoledì 16 marzo 1977, verso le 20:00, l’undicenne Timothy King lasciò la sua casa di Birmingham sul suo scooter con 30 centesimi per comprare ninnoli. Stava andando in una farmacia vicino a casa sua. Dopo aver fatto la spesa, ha lasciato il negozio dalla porta sul retro, che si apriva su un parcheggio.

Le autorità, già con un altro caso tra le mani di un bambino rapito e probabilmente assassinato, hanno deciso di condurre una massiccia perquisizione dell’intera area di Detroit. I notiziari televisivi ei giornali di Detroit hanno riferito ampiamente su Timothy e gli altri bambini assassinati.

Il padre di Timothy King è apparso in televisione, supplicando il rapitore di non fare del male a suo figlio e di rilasciarlo. Marion King, la madre di Timothy, ha scritto una lettera dicendo che sperava di vedere presto Timothy in modo da potergli offrire il suo cibo preferito, il pollo del Kentucky Fried Chicken. La lettera è stata pubblicata su un quotidiano locale, The Detroit News .

La notte del 22 marzo 1977, il corpo di Timothy King fu ritrovato in un fosso lungo una strada della Livonia. Era completamente vestito ed era ovvio che i suoi vestiti erano stati lavati e stirati. Il suo scooter era stato posizionato accanto al corpo. Un rapporto dell’autopsia ha mostrato che Timothy era stato aggredito sessualmente con un oggetto e ucciso per asfissia. È stato anche rivelato che aveva mangiato pollo prima di essere ucciso.

Prima che il corpo di Timothy King venisse ritrovato, una donna si è rivolta alla polizia con informazioni sul ragazzo scomparso. La donna ha raccontato alla task force che la stessa notte in cui il ragazzo è scomparso, lo ha visto parlare con un uomo più anziano nel parcheggio dietro la farmacia dove era andato a comprare le caramelle. Descrisse accuratamente Timothy e menzionò lo scooter.

Non solo aveva visto Timothy, ma era anche riuscita a dare un’occhiata abbastanza bene all’uomo con cui stava parlando, così come alla sua macchina. Ha informato le autorità che l’uomo guidava un AMC Gremlin blu con strisce bianche sui lati. Con il suo aiuto, un fumettista della polizia è stato in grado di realizzare uno schizzo del ritratto dell’uomo e un disegno molto realistico dell’auto che guidava. Lo sketch è stato pubblicato e mostrato nei notiziari.

profilo assassino

La task force ha sviluppato un profilo dell’assassino basato sulle descrizioni fornite da diversi testimoni che hanno visto Timothy parlare con un uomo la notte in cui è stato rapito. Il profilo descriveva un maschio bianco, dalla pelle scura, di età compresa tra i 25 ei 35 anni, con i capelli spettinati e le basette lunghe. Poiché la persona sembrava in grado di ottenere facilmente la fiducia dei bambini, la task force ha pensato che l’assassino potesse essere un agente di polizia, un medico o un pastore.

Il profilo indicava anche che l’assassino conosceva la zona e probabilmente viveva da solo, probabilmente in una zona remota in modo da poter trattenere le vittime per diversi giorni senza che i loro amici, familiari o vicini lo sapessero.

L’investigazione

La task force ha indagato su più di 18.000 piste. Sebbene ci fossero altri crimini scoperti dalla polizia durante le indagini, il gruppo non si è mai avvicinato alla cattura dell’assassino.

Allen e Frank

Uno psichiatra di Detroit, il dottor Bruce Danto, e un membro della task force della polizia hanno ricevuto una lettera poche settimane dopo l’omicidio di Timothy King. La lettera era stata scritta da qualcuno che si faceva chiamare Allen e affermava di essere il compagno di stanza dell’assassino di bambini della contea di Oakland.

Nella lettera, Allen si descriveva come colpevole, pentito, spaventato, suicida e sul punto di perdere la testa. Ha detto di essere stato con Frank, l’assassino, in molti viaggi in macchina alla ricerca di bambini, ma non era mai stato presente quando il suo “compagno” ha rapito i bambini o quando ha commesso gli omicidi. Allen ha anche scritto che Frank guidava un Gremlin, ma l’aveva “distrutto e abbandonato in Ohio, per non essere mai più visto”.

Come motivo degli omicidi, Allen ha affermato che Frank aveva ucciso bambini mentre combatteva in Vietnam e ne era rimasto traumatizzato. Si stava vendicando dei ricchi per aver sofferto come aveva fatto mentre era in Vietnam.

Allen ha dichiarato di voler concludere un accordo con le autorità e si è persino offerto di consegnare fotografie incriminanti che potrebbero essere utilizzate come prova contro Frank. In cambio, voleva che il governatore del Michigan firmasse un accordo che gli garantisse l’immunità dall’accusa. Il dottor Danto ha organizzato un incontro con Allen in un bar, ma Allen non si è fatto vedere e non se ne è più sentito parlare.

Nel dicembre 1978 fu presa la decisione di sospendere la task force e la polizia di stato subentrò nell’indagine, che rimane irrisolta.

serie TV

Alla fine del 2020 è stata rilasciata una serie televisiva, Child Killer in the Snow , basata sugli eventi descritti.

Riferimenti

Canale del crimine. (2019).WAYNE WILLIAMS – documentari di serial killer in spagnolo. Disponibile su: https://youtu.be/opFLBR4B7TA

-Annuncio-

mm
Isabel Matos (M.A.)
(Master en en Inglés como lengua extranjera.) - COLABORADORA. Redactora y divulgadora.

Artículos relacionados