Biografia di Thurgood Marshall, il primo giudice nero della Corte Suprema degli Stati Uniti

Artículo revisado y aprobado por nuestro equipo editorial, siguiendo los criterios de redacción y edición de YuBrain.


I bisnonni di Thurgood Marshall erano schiavi; è stato il primo giudice nero della Corte Suprema degli Stati Uniti, dal 1967 al 1991. Ha iniziato la sua carriera legale come pioniere della lotta per i diritti civili negli Stati Uniti, e la sua prestazione nella vittoria di una causa giudiziaria è stata clamorosa storica , il caso Brown contro il Board of Education di Topeka nel 1954, di fondamentale importanza nell’eliminazione della segregazione razziale nelle scuole degli Stati Uniti. La risoluzione di questo caso giudiziario è considerata una delle più importanti vittorie per i diritti civili del XX secolo negli Stati Uniti.

Marshall “completamente buono”.

Thurgood Marshall è nato a Baltimora il 24 gennaio 1908; il nome con cui lo registrarono era Thoroughgood. Era il secondo figlio di Norma e William Marshall. Sua madre era un’insegnante in una scuola elementare e suo padre lavorava come facchino sulla ferrovia. La famiglia Marshall si trasferì ad Harlem, un quartiere di New York, quando Thurgood aveva due anni. Lì sua madre ha conseguito una laurea in insegnamento avanzato presso la Columbia University. La famiglia tornò a Baltimora nel 1913, quando Thurgood aveva cinque anni. Tornata a Baltimora, Thurgood e suo fratello Aubrey hanno frequentato una scuola elementare per soli ragazzi neri, e anche la loro madre era un’insegnante in una scuola segregata. William Marshall non aveva finito il liceo e allora lavorava come cameriere in un country club per soli bianchi. In seconda elementare,Goodgood a Thurgood .

Andava discretamente al liceo, ma spesso causava problemi in classe. Come punizione per alcuni dei suoi scherzi, gli fu detto di memorizzare parti della Costituzione degli Stati Uniti. Quando finì il liceo, Thurgood Marshall aveva imparato l’intero testo costituzionale. Thurgood Marshall era convinto di voler andare all’università, ma sapeva che i suoi genitori non potevano permettersi la retta. Così ha iniziato a risparmiare denaro mentre era al liceo, lavorando come fattorino e cameriere. Thurgood Marshall entrò alla Lincoln University di Filadelfia nel settembre 1925, un’università storicamente riservata ai neri. A quel tempo volevo studiare odontoiatria.

Thurgood Marshall.
Thurgood Marshall.

studi universitari

Thurgood Marshall è stato attivamente incorporato nella vita universitaria. Divenne la star del club di dibattito e si unì a una confraternita; era anche popolare tra le ragazze. Ma Thurgood Marshall sapeva che doveva avere un reddito per mantenersi: ha svolto due lavori e ha integrato quel reddito con le sue vincite giocando a carte nel campus. Ha mantenuto l’atteggiamento provocatorio che gli aveva procurato così tanti problemi al liceo che è stato sospeso due volte per i suoi scherzi della confraternita.

Ma Thurgood Marshall era anche in grado di partecipare ad attività di rilevanza comunitaria. Come quando faceva parte di un’azione contro la segregazione in un cinema locale. Insieme ad alcuni amici, Thurgood Marshall è andato in un cinema nel centro di Filadelfia. Lì è stato detto loro di sedersi nell’unico posto in cui i partecipanti neri potevano sedersi, sul balcone del cinema. I giovani hanno rifiutato e si sono seduti tra il pubblico. Nonostante siano stati insultati dai partecipanti bianchi, sono rimasti in quei luoghi e hanno guardato il film. Da quel momento si sono seduti dove volevano ogni volta che andavano al cinema.

Thurgood Marshall ha deciso che non voleva diventare un dentista quando era al secondo anno all’Università di Lincoln. Invece, ha scoperto che poteva usare le sue capacità oratorie praticando la legge. Thurgood Marshall era un uomo corpulento, alto 6 piedi e 3 pollici, motivo per cui in seguito ha scherzato sul fatto che le sue mani erano probabilmente troppo grandi per un dentista.

Durante il suo ultimo anno al college, Thurgood Marshall ha incontrato Vivian Buster Burey, una studentessa dell’Università della Pennsylvania. Si innamorarono e, nonostante le obiezioni della madre che credeva fossero troppo giovani e troppo poveri, si sposarono nel 1929, quando Thurgood Marshall stava entrando nell’ultimo anno di università.

Dopo essersi laureato alla Lincoln University nel 1930, Thurgood Marshall si iscrisse alla Howard University Law School di Washington DC; come l’Università di Lincoln, un’università per neri. Lì suo fratello Aubrey ha studiato alla Facoltà di Medicina. In precedenza aveva cercato di studiare alla School of Law dell’Università del Maryland, ma gli era stata negata l’ammissione perché era nero. Sua madre ha impegnato il suo fidanzamento e le fedi nuziali per aiutarlo a pagare le tasse universitarie.

Per risparmiare denaro, Thurgood Marshall viveva con sua moglie nella casa dei suoi genitori a Baltimora. E doveva prendere il treno per Washington ogni giorno, dove ha svolto tre lavori part-time per sbarcare il lunario. Il duro lavoro di Thurgood Marshall è stato ripagato. Ha conseguito voti di commiato durante il suo primo anno all’Università del Maryland, ottenendo un ottimo lavoro come bibliotecario della scuola di legge.

Ha lavorato lì a stretto contatto con l’uomo che è diventato il suo mentore, il preside della facoltà di giurisprudenza Charles Hamilton Houston. Charles Houston era stato profondamente colpito dalla discriminazione subita come soldato durante la prima guerra mondiale e si era proposto di istruire una nuova generazione di avvocati neri. Ho immaginato questi nuovi avvocati che esercitano la loro professione per combattere la discriminazione razziale. Charles Houston era convinto che questa lotta dovesse basarsi sulla stessa Costituzione degli Stati Uniti; il suo messaggio segnò profondamente Thurgood Marshall.

Mentre lavorava alla Howard University Law Library, Thurgood Marshall ha incontrato diversi avvocati e attivisti della National Association for the Advancement of Colored People, la NAACP. È entrato a far parte dell’organizzazione ed è diventato un membro attivo.

Thurgood Marshall si laureò nel 1933, classificandosi primo nella sua classe, e lo stesso anno superò l’esame di avvocato.

La tua partecipazione alla NAACP

Nello stesso anno, il venticinquenne Thurgood Marshall aprì il suo studio legale a Baltimora. All’inizio aveva pochi clienti e la maggior parte dei casi riguardava accuse minori, come multe e furto. La situazione sociale era critica, al culmine della Grande Depressione.

Thurgood Marshall è stato quindi maggiormente coinvolto nella NAACP di Baltimora, reclutando nuovi membri. Tuttavia, poiché era ben istruito, non aveva la pelle molto scura e si vestiva bene, a volte trovava difficile andare d’accordo con i membri della comunità nera, che ritenevano che Thurgood Marshall fosse più simile a un uomo bianco che a un uomo bianco. nero. Ma la personalità e la facilità di comunicazione di Thurgood Marshall gli hanno fatto guadagnare molti convertiti per la NAACP. Presto Thurgood Marshall iniziò ad occuparsi di casi per la NAACP e fu assunto come consulente legale nel 1935. Man mano che la sua reputazione cresceva, Thurgood Marshall divenne noto non solo per la sua abilità come avvocato, ma anche per il suo irriverente senso dell’umorismo e l’amore per la narrazione. Alla fine degli anni ’30 Thurgood Marshall rappresentava insegnanti neri nel Maryland che ricevevano solo la metà dello stipendio degli insegnanti bianchi. Thurgood Marshall vinse accordi che pareggiavano gli stipendi in nove consigli scolastici del Maryland e, nel 1939, vinse una sentenza del tribunale federale che dichiarava incostituzionali le differenze salariali basate sulla razza per gli insegnanti delle scuole pubbliche.

Nel 1935 Thurgood Marshall lavorò a Murray v. Pearson, contribuendo ad aumentare le ammissioni di neri alla facoltà di giurisprudenza dell’Università del Maryland, l’università che lo aveva rifiutato solo cinque anni prima.

Marshall fu nominato consigliere capo della NAACP a New York nel 1938. Dopo aver ottenuto un reddito stabile, lui e sua moglie si trasferirono ad Harlem, dove aveva vissuto con i suoi genitori da bambino. Il nuovo lavoro comportava un immenso carico di lavoro e molti viaggi; di solito si occupava di casi di discriminazione razziale, su questioni come l’alloggio, il lavoro e l’alloggio. E nel 1940 Thurgood Marshall vinse il suo primo caso di alto profilo presso la Corte Suprema degli Stati Uniti, Chambers v. Florida. In quel caso, la Corte Suprema ha annullato le condanne di quattro uomini di colore che erano stati picchiati e costretti a confessare l’omicidio.

Thurgood Marshall parlando alla riunione dei veterani del 369° reggimento di fanteria degli Stati Uniti, a New York, nel 1956, mentre era capo consigliere della NAACP.  Conosciuto come Harlem Hellfighters, questo battaglione era un'unità razzialmente segregata che ha combattuto in entrambe le guerre mondiali.  Era composta da uomini di colore e nella seconda guerra comprendeva anche i portoricani.
Thurgood Marshall parlando alla riunione dei veterani del 369° reggimento di fanteria degli Stati Uniti, a New York, nel 1956, mentre era capo consigliere della NAACP. Conosciuto come Harlem Hellfighters, questo battaglione era un’unità razzialmente segregata che ha combattuto in entrambe le guerre mondiali. Era composta da uomini di colore e nella seconda guerra comprendeva anche i portoricani.

A Dallas, un uomo di colore che era stato convocato come giurato è stato licenziato quando i funzionari del tribunale si sono resi conto che non era bianco. Thurgood Marshall ha viaggiato per rappresentare l’uomo sfrattato per segregazione razziale, ha incontrato il governatore del Texas James Allred e lo ha convinto che i neri avevano il diritto di far parte di una giuria. Il governatore del Texas ha anche promesso di incaricare i Texas Rangers, le forze di polizia del Dipartimento della pubblica sicurezza del Texas, di proteggere i cittadini neri che hanno prestato servizio nelle giurie. Ma non tutte le situazioni di profilazione razziale affrontate da Thurgood Marshall sono state risolte così facilmente, e ha dovuto esercitare estrema cautela ogni volta che viaggiava, specialmente quando lavorava su cause controverse. Viaggiava protetto da una guardia del corpo della NAACP e dovunque andasse doveva stare in una casa sicura, di solito in case private. Anche così, nonostante le misure di sicurezza, Thurgood Marshall sapeva di essere a rischio a causa delle numerose minacce ricevute, ed era costretto a usare tattiche evasive, come camuffarsi e cambiare auto durante i viaggi. In una piccola città del Tennessee, Thurgood Marshall è stato arrestato da un gruppo di poliziotti mentre lavorava a un caso. Lo hanno costretto a scendere dalla macchina e lo hanno portato in una zona isolata, vicino a un fiume, dove una folla inferocita di uomini bianchi aspettava. Il partner di Thurgood Marshall, un altro avvocato nero, ha seguito l’auto della polizia e si è rifiutato di andarsene fino a quando non è stato rilasciato. Forse perché era un importante avvocato di Nashville, un testimone imbarazzante,

Un cambiamento nella strategia NAACP

Durante il suo mandato nella NAACP, Thurgood Marshall ha continuato a fare progressi significativi nella battaglia per l’uguaglianza razziale su questioni come il diritto di voto e l’istruzione. In Smith v. Allwright , che raggiunse la Corte Suprema degli Stati Uniti nel 1944, Thurgood Marshall sostenne che la politica del Partito Democratico del Texas negava ingiustamente ai cittadini neri il diritto di voto alle elezioni primarie. La Corte Suprema ha acconsentito, stabilendo che tutti i cittadini, indipendentemente dalla razza, avevano il diritto costituzionale di votare alle elezioni primarie.

Ma nel 1945 la NAACP attuò un cambiamento epocale nella sua strategia. Piuttosto che lottare per far rispettare la disposizione separata ma uguale della sentenza Plessy v. Ferguson del 1896, la NAACP ha adottato un approccio diverso per raggiungere l’uguaglianza razziale. Poiché la premessa di avere strutture separate ma uguali per bianchi e neri non era mai stata veramente raggiunta, ed era evidente che i servizi pubblici per i neri erano costantemente inferiori a quelli per i bianchi, l’unica soluzione era rendere tutte le strutture e i servizi pubblici aperti a tutti comunità.

I bagni del tribunale di Clinton, in Louisiana, segregati per bianchi e neri.
I bagni del tribunale di Clinton, in Louisiana, segregati per bianchi e neri.

Due casi che coinvolgono Thurgood Marshall tra il 1948 e il 1950 hanno contribuito in modo significativo al ribaltamento della sentenza Plessy v. Ferguson; erano Sweatt contro Painter e McLaurin contro gli Oklahoma State Regents. In questi casi, l’Università del Texas e l’Università dell’Oklahoma non hanno fornito agli studenti neri un’istruzione di qualità pari a quella fornita ai bianchi. La Corte Suprema degli Stati Uniti ha accettato l’argomento di Thurgood Marshall secondo cui le università non fornivano strutture uguali a entrambe le comunità. Il tribunale ha ordinato a entrambe le università di ammettere studenti neri ai loro corsi senza alcuna discriminazione. Tra il 1940 e il 1961 Thurgood Marshall vinse 29 dei 32 casi esaminati dalla Corte Suprema degli Stati Uniti.

Il caso Brown v. Topeka Board of Education

Una decisione del tribunale di Topeka, Kansas, nel 1951, portò al caso più importante mai affrontato da Thurgood Marshall. Oliver Brown aveva citato in giudizio il Topeka Board of Education sostenendo che sua figlia era stata costretta a viaggiare a grande distanza da casa solo per frequentare una scuola segregata. Oliver Brown voleva che sua figlia frequentasse la scuola più vicina a casa sua, una scuola che solo i bianchi potevano frequentare. Il tribunale distrettuale del Kansas si è pronunciato contro la domanda, affermando che la scuola nera offriva un’istruzione pari alla qualità delle scuole bianche di Topeka. Thurgood Marshall ha guidato l’appello del caso Brown, che è stato combinato con altri quattro casi simili e archiviato come Brown v. Board of Education. Il caso raggiunse la Corte Suprema degli Stati Uniti nel dicembre 1952.

Nel suo discorso di apertura del caso davanti alla Corte Suprema, Thurgood Marshall ha affermato chiaramente che non solo cercava una risoluzione favorevole dei ricorsi sollevati nei cinque casi, ma piuttosto che l’obiettivo era quello di porre fine alla segregazione razziale nelle scuole. Ha sostenuto che la segregazione degli studenti neri li ha fatti sentire inferiori molto presto nella loro vita. L’avvocato che difendeva la risoluzione originale ha sostenuto che l’integrazione di bambini bianchi e neri danneggerebbe i bambini bianchi.

Il dibattito durò tre giorni. La Corte Suprema si aggiornò l’11 dicembre 1952 e si riunì per occuparsi del caso solo nel giugno 1953. Ma i giudici non si pronunciarono, chiedendo invece agli avvocati di fornire maggiori informazioni sul caso. La domanda principale era: gli avvocati credevano che il 14° emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti, che affronta i diritti di cittadinanza, proibisse la segregazione nelle scuole? Thurgood Marshall e il suo team si sono messi al lavoro per dimostrare che la risposta era .

Il caso fu ritentato dalla Corte Suprema nel dicembre 1953, ma la sentenza dovette attendere fino al 17 maggio 1954. Il giudice capo Earl Warren annunciò che la Corte Suprema aveva raggiunto una decisione unanime secondo cui la segregazione nelle scuole pubbliche violava la clausola di pari protezione di il quattordicesimo emendamento. Thurgood Marshall era più che soddisfatto della risoluzione; ha sempre creduto che avrebbero vinto, ma è rimasto sorpreso dal fatto che non ci fossero voti contrari.

La sentenza nel caso Brown v. Board of Education non ha automaticamente desegregato le scuole negli Stati Uniti meridionali; mentre alcuni consigli scolastici hanno iniziato a pianificare la desegregazione, pochi distretti si sono presi la briga di attuare la decisione della Corte Suprema.

La morte della moglie e un nuovo matrimonio

Nel novembre 1954 Thurgood Marshall ricevette la notizia che sua moglie era malata terminale; era malata da diversi mesi e le era stata diagnosticata erroneamente la pleurite quando in realtà aveva il cancro. Aveva 44 anni ed erano sposati da 25 anni, ma Buster ha avuto diversi aborti spontanei, lasciandoli senza figli. Dopo aver appreso la diagnosi della malattia terminale, Buster l’ha tenuta segreta; quando Thurgood Marshall lo scoprì, lasciò il lavoro e rimase al fianco della moglie per nove settimane, fino alla sua morte nel febbraio 1955.

Nel dicembre 1955, Thurgood Marshall si risposò, questa volta con Cecilia Cissy Suyat, una segretaria della NAACP; aveva 47 anni e la sua nuova moglie era di 19 anni più giovane di lui. Avevano due figli, Thurgood junior e John.

avvocato del governo federale

Nel settembre 1961 Thurgood Marshall fu nominato giudice della Corte d’appello del circuito degli Stati Uniti dal presidente John F. Kennedy. Sebbene non desiderasse lasciare il suo lavoro presso la NAACP, Marshall accettò la nomina, anche se ci volle quasi un anno prima che fosse approvata dal Senato, molti dei cui membri erano ancora risentiti per il suo coinvolgimento nella desegregazione delle scuole. Nel 1965 il presidente Lyndon Johnson nominò Thurgood Marshall alla carica di procuratore generale degli Stati Uniti; il suo ruolo era quello di rappresentare il governo nelle cause legali contro di esso. Nei suoi due anni come procuratore generale, ha vinto 14 dei 19 casi in cui ha rappresentato il governo federale.

La Corte Suprema di Giustizia

Il 13 giugno 1967, il presidente Lyndon Johnson annunciò che stava nominando Thurgood Marshall come candidato alla giustizia della Corte Suprema degli Stati Uniti per coprire il posto vacante lasciato dal giudice Tom C. Clark. Alcuni senatori del sud, in particolare Strom Thurmond, si opposero alla sua conferma, ma alla fine Thurgood Marshall fu confermato e prestò giuramento il 2 ottobre 1967. All’età di 59 anni, Thurgood Marshall divenne la prima persona di razza nera a far parte della Corte Suprema del Stati Uniti.

Thurgood Marshall con Lyndon B. Johnson, Presidente degli Stati Uniti, nello Studio Ovale della Casa Bianca, quando viene annunciata la sua nomina a Giudice della Corte Suprema.
Thurgood Marshall con Lyndon B. Johnson, Presidente degli Stati Uniti, nello Studio Ovale della Casa Bianca, al momento dell’annuncio della sua nomina a Giudice della Corte Suprema.

Thurgood Marshall ha assunto una posizione liberale sulla maggior parte delle sentenze della Corte Suprema. Ha costantemente votato contro qualsiasi forma di censura ed è stato fortemente contrario alla pena di morte. In Roe v. Wade nel 1973, ha votato con la maggioranza per rispettare il diritto di una donna di scegliere di abortire. Marshall era favorevole all’azione affermativa , politiche pubbliche volte a compensare situazioni di discriminazione.

Poiché i giudici più conservatori venivano nominati alla Corte Suprema durante le presidenze repubblicane di Ronald Reagan, Richard Nixon e Gerald Ford, Thurgood Marshall si trovava spesso in minoranza al ballottaggio, essendo spesso l’unica voce dissenziente; Finì per essere classificato come il grande dissidente .

Nel 1980 l’Università del Maryland ha chiamato la sua nuova biblioteca legale nel 1980 dopo Thurgood Marshall, ma ricordando che l’università lo aveva rifiutato 50 anni prima, si è rifiutato di partecipare all’inaugurazione. Non ha preso in considerazione l’idea del pensionamento, ma all’inizio degli anni ’90 la sua salute è notevolmente peggiorata, con problemi all’udito e agli occhi. Il 27 giugno 1991, ha presentato la sua lettera di dimissioni dalla Corte Suprema degli Stati Uniti al presidente George W. Bush. Thurgood Marshall morì all’età di 84 anni per insufficienza cardiaca, il 24 gennaio 1993; Fu sepolto nel cimitero nazionale di Arlington. Thurgood Marshall è stato insignito postumo della Presidential Medal of Freedom, assegnata dal presidente Bill Clinton nel novembre 1993.

Fonti

Cassie, Ron. L’eredità di Thurgood Marshall. Rivista di Baltimora , 25 gennaio 2019.

Crowther, Linnea. Thurgood Marshall: 20 fatti. Legacy.com , 31 gennaio 2017.

Eredità unica della Corte Suprema di Thurgood Marshall. Centro Nazionale della Costituzione – Constitutioncenter.org.

-Annuncio-

mm
Sergio Ribeiro Guevara (Ph.D.)
(Doctor en Ingeniería) - COLABORADOR. Divulgador científico. Ingeniero físico nuclear.

Artículos relacionados