Perché non dovresti bere acqua deionizzata?

Artículo revisado y aprobado por nuestro equipo editorial, siguiendo los criterios de redacción y edición de YuBrain.


L’acqua deionizzata è una forma di acqua altamente purificata che ha subito un processo di deionizzazione o demineralizzazione mediante uno o più metodi diversi. Alcuni di questi metodi includono la micro o nano filtrazione attraverso membrane semipermeabili (un processo noto come osmosi inversa) e la filtrazione dell’acqua attraverso colonne a scambio ionico.

In termini semplici, l’acqua deionizzata è una delle forme più pure di acqua a cui possiamo accedere con la nostra attuale tecnologia. Questo tipo di acqua è frequentemente utilizzato nell’industria, in alcune applicazioni tecniche e nei laboratori chimici. Questo perché molti di questi processi sono sensibili alla presenza di determinati ioni nell’acqua. Ma questa forma di acqua è sicura da bere?

Acqua deionizzata vs. acqua potabile

Può sembrare strano, ma la maggior parte dell’acqua che troviamo in natura, compresa l’acqua potabile naturale e l’acqua resa potabile con mezzi artificiali, non è pura. Sebbene sia vero che il suo componente principale sia l’acqua (H 2 O), in realtà si tratta di una soluzione che contiene vari sali disciolti, oltre a composti organici. Può contenere anche alcuni microrganismi in sospensione.

Al contrario, l’acqua deionizzata è stata sottoposta a un processo che rimuove la maggior parte degli ioni (sia cationi che anioni) che sono naturalmente disciolti nell’acqua. In alcuni casi, anche se non sempre, è possibile eliminare anche gran parte delle sostanze organiche presenti.

Questo può generare il seguente dubbio. Se l’acqua potabile non è pura ma è sicura da bere, si può dire lo stesso per l’acqua deionizzata, o le impurità che spesso l’acqua potabile contiene saranno necessarie per renderla sicura?

La risposta a questa domanda è che dipende. Dipende in gran parte da quanto e quanto spesso si beve l’acqua deionizzata. Bere un paio di bicchieri di acqua deionizzata probabilmente non avrà alcun effetto evidente a breve termine. Tuttavia, bere regolarmente acqua deionizzata anziché bere acqua comporta alcuni rischi.

Diversi gradi di purezza dell’acqua deionizzata

Quando si considerano i possibili effetti negativi dell’acqua deionizzata sul corpo, va notato che esistono diversi livelli di purificazione o deionizzazione. Ciò significa che non tutti i campioni di acqua DI sono uguali e nemmeno i loro effetti sul corpo. La composizione finale di un campione di questo tipo di acqua dipenderà da molti fattori, tra i quali possiamo citare:

  • La composizione originale dell’acqua sottoposta a deionizzazione.
  • Se l’acqua è stata precedentemente distillata o meno.
  • La particolare tecnologia utilizzata durante la deionizzazione.
  • Il numero di cicli di deionizzazione a cui è stato sottoposto il campione di acqua.

A seconda di queste variabili, è possibile ottenere campioni di acqua deionizzata con concentrazioni di ioni fino a 10 -7 molare e una concentrazione di carbonio totale (che misura la quantità di materia organica presente) fino a 5 parti per miliardo o 5 μg/L (0,005 mg/L). In questi casi, l’acqua viene spesso definita acqua ultrapura, acqua milliQ o acqua 18 MOhm/cm. In altri casi, i campioni possono avere concentrazioni solide dell’ordine di 10 mg/L, quindi è lecito ritenere che alcune acque siano più deionizzate di altre.

Detto questo, discuteremo di seguito gli effetti negativi del bere acqua deionizzata ultrapura.

I pericoli del bere acqua deionizzata

Bere acqua deionizzata può essere dannoso per il corpo di qualsiasi essere vivente per diversi motivi. I più importanti sono:

Può influenzare l’equilibrio ionico omeostatico del corpo

L’acqua ultrapura viene rapidamente assorbita dall’intestino e può alterare la concentrazione ionica del sangue. Questo, a sua volta, ha la capacità di alterare l’equilibrio ionico e idrico in diverse parti del corpo, soprattutto se si beve costantemente.

Sono stati segnalati effetti avversi sulla mucosa intestinale.

Alcuni documenti di ricerca hanno mostrato che dare acqua ultrapura ai ratti ha causato danni alle cellule epiteliali del loro intestino, probabilmente a causa di uno shock osmotico. Ciò si verifica quando grandi quantità di acqua entrano nella cellula a causa di una pressione osmotica extracellulare anormalmente bassa , che alla fine fa scoppiare la cellula. Tuttavia, pochi studi sono stati in grado di confermare queste osservazioni.

Può incoraggiare la ricerca di fonti malsane di idratazione

Una caratteristica dell’acqua deionizzata è che ha un sapore sgradevole. Inoltre, non è buono come l’acqua potabile normale per dissetarsi. Di conseguenza, le persone che hanno accesso solo all’acqua deionizzata tendono a bere meno acqua e a sostituirla con altre fonti di idratazione che potrebbero essere meno salutari, come le bevande gassate altamente zuccherate.

Carenza di calcio, magnesio e altri micronutrienti

L’acqua potabile contiene sempre quantità variabili di ioni Ca 2+ e Mg 2+ e altri nutrienti essenziali per l’organismo. Sostituire l’acqua deionizzata con la normale acqua potabile riduce il nostro apporto di questi nutrienti, il che può portare a una carenza che mette in pericolo la nostra salute.

Perdita di ioni essenziali negli alimenti cotti con acqua deionizzata

L’effetto dell’acqua deionizzata non si verifica solo se consumiamo l’acqua direttamente, ma può anche influenzarci indirettamente se cuciniamo il cibo in acqua deionizzata. Questo perché, essendo così pura, l’acqua deionizzata è in grado di estrarre molti soluti o ioni dal nostro cibo durante la cottura, come calcio e magnesio. Se l’acqua di cottura non fa parte della ricetta, tutti quegli ioni e altri nutrienti andranno persi insieme all’acqua.

Possibile contaminazione con metalli pesanti

L’acqua deionizzata stessa non contiene quantità apprezzabili di metalli pesanti tossici come piombo o mercurio. Tuttavia, per la sua stessa purezza, e come spiegato nel caso degli alimenti, l’acqua deionizzata è in grado di estrarre metalli e altri minerali da tubi e contenitori che fungono da contenitori, rappresentando un rischio di contaminazione con metalli pesanti.

Come rendere potabile l’acqua deionizzata?

In molti paesi del mondo, la deionizzazione dell’acqua di mare è la principale fonte di acqua potabile. Tuttavia, ciò non presenta un rischio significativo, poiché l’acqua deionizzata può essere facilmente trasformata in acqua potabile. È sufficiente sciogliervi alcuni sali essenziali fino a raggiungere una concentrazione considerata bevibile.

In questo senso, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda che l’acqua potabile abbia determinati livelli minimi di sali, ioni calcio e bicarbonato che sono presentati nella tabella seguente:

Parametro di qualità dell’acqua livelli minimi
Totale sali disciolti: 100mg/l
Concentrazione di ioni bicarbonato: 30mg/l
Concentrazione di ioni Ca 2+ 30mg/l

Sebbene si raccomandi un livello minimo di sale di 100 mg/L, il livello ottimale raccomandato è compreso tra 200 e 500 mg/L. Fortunatamente, è molto facile raggiungere questi livelli di sale trattando l’acqua deionizzata con carbonato di calcio o calcare, nonché mescolando l’acqua deionizzata con piccole quantità di acqua più ricca di minerali.

Riferimenti

Fondazione Acquae. (2021, 28 dicembre). Acqua distillata – Proprietà e differenze . https://www.fundacionaquae.org/wiki/what-is-distilled-water/

Kozisek, F. (sf). RISCHI PER LA SALUTE DERIVANTI DAL BERE ACQUA DEMINERALIZZATA . Istituto Nazionale di Sanità Pubblica. https://www.who.int/water_sanitation_health/dwq/nutrientschap12.pdf

Lenntech. (nd). Acqua deionizzata/demineralizzata . https://www.lenntech.es/aplicaciones/proceso/desmineralizada/agua-desionizada-desmineralizada.htm

I rischi ei benefici dell’acqua deionizzata . (2021, 8 giugno). Ufficio H2O. https://www.officeh2o.com/2020/11/11/the-risks-and-benefits-of-deionized-water/

Sistemi idrici statunitensi. (nd). Puoi bere acqua deionizzata https://www.uswatersystems.com/can-you-drink-deionized-water

-Annuncio-

mm
Israel Parada (Licentiate,Professor ULA)
(Licenciado en Química) - AUTOR. Profesor universitario de Química. Divulgador científico.

Artículos relacionados