Saluti e frasi d’addio in giapponese

Artículo revisado y aprobado por nuestro equipo editorial, siguiendo los criterios de redacción y edición de YuBrain.


Il giapponese, chiamato anche Nippon, è la lingua ufficiale del Giappone. Attualmente è parlato da circa 128 milioni di persone.

In quasi tutte le culture, i saluti sono il modo migliore per iniziare una conversazione. Infatti, una delle caratteristiche importanti della lingua, e della cultura giapponese in generale, sono i saluti e i rituali che si compiono per mostrare rispetto. Questo è essenziale in Giappone, dove la società apprezza le regole di cortesia e le impiega in ogni momento.

Pertanto, è necessario sapere come utilizzare correttamente i saluti e le frasi di addio. I saluti sono generalmente accompagnati da un inchino e da altre frasi di cortesia, a seconda del rapporto tra gli interlocutori. Più pronunciato è l’inchino, maggiore è il rispetto espresso.

Aisatsu (挨拶) o “saluti” sono considerati importanti in tutte le interazioni sociali e anche come segno di rispetto. Per questo motivo, ci sono diversi modi per salutare, a seconda della situazione, dello stato e del grado di intimità tra le persone.

arrivederci saluti

In Giappone ci sono molti modi per dire addio a qualcuno. Alcuni dei saluti hanno risposte preimpostate, alcuni hanno una risposta libera e ce ne sono anche alcuni che non richiedono alcuna risposta. Di seguito sono riportati alcuni dei saluti di addio più popolari in Giappone.

  • Saluti reciproci . A questi saluti si può rispondere con la stessa parola.
    • Sayonara (さよなら。) / “Arrivederci”
    • Konbanwa (こんばんは。) / “Buona notte”
    • Oyasuminasai (お や す み な さ い。) / “Buona notte”
    • Ittekimasu (い っ て き ま す) / “Ci vediamo dopo”
    • Dewa mata (ではまた。) / “Ci vediamo dopo”
    • Mata Ashita (ま た あ し た) / “Ci vediamo domani”
    • Oyasumi (nasai) お や す み (な さ い) / “Resto della tua anima”
  • Altri saluti di commiato . Sono modi antichi di dire “arrivederci” che possono essere ascoltati nei film e nei samurai dorama (drammi).
    • Gokigenyo (ごきげんよう)
    • Saraba (さらば)
  • saluti informali . Questi non richiedono una risposta e vengono utilizzati tra familiari e amici.
    • Mata ne (ま た ね) / “Ci vediamo dopo”
    • Jaane (じゃあね) / “Arrivederci”
    • Baibai (バイバイ) / “Arrivederci”
    • Dewa (では) / Vai allora!
    • Mata kondo (またこんど) / “Alla prossima volta”
  • Un saluto che non ha bisogno di risposta.
    • Moshi, moshi (もしもし) / Pronto? o ciao?
      • Serve per rispondere alle telefonate. Tuttavia, a volte puoi rispondere con hai (はい), che significa “sì”.
    • Odaiji ni (お大事に) / Abbi cura di te!
      • La sua versione completa è odaiji ni nasatte kudasai (お大事になさってください), e significa “Spero che tu stia meglio”. È comune sentirlo nelle cliniche o negli ospedali.
  • Saluti con risposta preimpostata .
    • Ittekimasu (い っ て き ま す) / “Vado e torno”.
      • La risposta è itterasshai , che significa “vai e torna”. Può anche essere accompagnato dall’espressione ki o tsukete (気をつけて), che significa “stai attento”.
    • Osaki desu (お先です): è una versione più breve di osaki ni shitsurei shimasu (お先に失礼します), che si usa nel contesto lavorativo e significa “scusa se me ne vado prima di te”.
      • La risposta è otsukaresama desu (お疲れ様です), che significa “devi essere stanco dopo aver lavorato così duramente”.

Altri saluti popolari

  • Ohayou (お は よ う。) / “Buongiorno”
  • Ohayou (gozaimasu)お は よ う (ご ざ い ま す) / “Buongiorno.” Può essere formale o informale, a seconda del contesto.
  • Konnichiwa (こんにちは。) / “Buon pomeriggio” o “ciao”. Può essere utilizzato per tutto il giorno.
  • Kombanwa (こ ん ば ん は) / “Buon pomeriggio”.
  • Moshi moshi (もしもし) / “Ciao”. Serve per rispondere alle telefonate.
  • Youkosoよ う こ そ / “Benvenuto”.
  • Okaerinasai (お か え り な さ い) / “Benvenuto (a casa)”.
  • Yoroshiku Onegaishimasu (よろしくおねがいします) / “Incantato”.
  • Irasshaimase (い ら っ し ゃ い ま せ) / “Benvenuto”. È il saluto di benvenuto che di solito si sente nei negozi e nei ristoranti.
  • Itterasshaiい っ て ら っ し ゃ い: “Buona giornata.”

Bibliografia

  • Taranov, A. Vocabolario spagnolo-giapponese – 9000 parole più usate. (2013). Spagna. Libri T&P.
  • Nakazawa, Y. Koi. Dizionario. Manuale base di giapponese . (2021). Spagna. Edizioni Satori.
  • Trombley, G.; Takenaka, Y.; Zurita Pardo, A. giapponese da zero! 1 . (2013). Spagna. Sì Japan Corporation.
  • Hirano, T. Diverse espressioni per dire “arrivederci” in giapponese . Giapponese nel cloud Disponibile su https://japonesenlanube.com/blog-sobre-el-idioma-japones/decir-adios-en-japones/ .
-Annuncio-

mm
Cecilia Martinez (B.S.)
Cecilia Martinez (Licenciada en Humanidades) - AUTORA. Redactora. Divulgadora cultural y científica.

Artículos relacionados